TheGrue.org

Associazione Italiana Bioingegneria

LogoAIB

L'Associazione Italiana di Bioingegneria viene fondata a Milano il 13 luglio 2004 da alcuni giovani laureati occupati presso aziende o istituti operanti nel campo della bioingegneria e dei dispositivi biomedicali.

Non è possibile, tuttavia, comprendere il perché della nascita dell'Associazione Italiana di Bioingegneria prescindendo dalla conoscenza del rapido sviluppo avutosi negli ultimi anni da parte dell'Ingegneria Biomedica e dei suoi molteplici sviluppi applicativi in aziende private, realtà ospedaliere e società di servizi.

Fino a pochi decenni fa non esisteva, infatti, una figura professionale formata in ambito accademico che potesse prestare le sue conoscenze nel campo tecnologico-biomedicale.
Infatti l'ingegnere biomedico, come lo conosciamo oggi, non era che una specializzazione di altri corsi di laurea, come ingegneria meccanica ed ingegneria elettronica, all'interno dei quali si sviluppava un certo interesse per il campo biomedicale.

La svolta si è avuta con la decisione di aprire un corso di laurea in Ingegneria Biomedica all'interno del cui percorso formativo sono confluite conoscenze migrate dall'ingegneria meccanica ed elettronica ma declinate nella realtà della realtà biomedicale.
Il corso di laurea è stato arricchito da contributi derivanti storicamente da altri corsi di laurea ma anch'essi fortemente calati all'interno della realtà della bioingegneria.

Oggi abbiamo assistito ad un'altra “rivoluzione”, con la riforma universitaria e la creazione di 2 figure professionali: nascono la laurea di 1° livello e la laurea di 2° livello.

Nonostante diversi sforzi da parte del mondo accademico e i diversi anni intercorsi dall'apertura del primo Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica, la figura dell'ingegnere biomedico è ancora poco nota, o impiegata in ambiti diversi dalle aspettative maturate dagli studenti nel corso dei cinque anni di studio.
C'è poca informazione, non si conosce bene né la realtà del mondo del lavoro né le diverse proposte da parte di ditte che lavorano nel campo biomedicale.

L'Associazione Italiana di Bioingegneria si propone di creare un trait d'union tra il mondo universitario e quello lavorativo, cercando di venire incontro tanto alle esigenze dei neo-laureati quanto a quelle delle aziende che sono alla ricerca di una figura competente che soddisfi le loro esigenze.

L'Associazione vuole aiutare con il suo contributo a comprendere meglio quali siano gli sbocchi professionali per i neo-laureati e anche in che modo sia possibile “vendere” nel mondo del mercato di oggi le conoscenze acquisite nel corso dei percorsi formativi e maturate nei primi anni di lavoro. Vuole inoltre favorire la ricerca da parte delle aziende operanti nel campo della bioingegneria di personale qualificato e preparato, mettendole in contatto con neo-laureati, diplomati e tecnici che desiderino applicare le proprie conoscenze acquisite nel campo della bioingegneria.

Visite: 1005